AREA MACEVI: Il Movimento Cinque Stelle ricorda al Sindaco gli impegni presi con la cittadinanza

COMUNICATO STAMPA

Scelte strategiche che si compiono a Natale, mentre i moglianesi mangiano il panettone

Mogliano Veneto, 28/12/15. “La partecipazione dovrà iniziare prima di prendere decisioni. Partecipare non significa essere informati delle scelte già assunte; bensì condividerle, con la garanzia che le proprie proposte saranno ascoltate e prese in considerazione.
Non dunque la mera condivisione delle scelte in fase di attuazione, ma un diretto ed attivo coinvolgimento informato nella composizione di tali scelte. Chiunque viva Mogliano inteso nel senso più lato (vi abiti, vi studi, vi lavori o svolga volontariato…) deve essere posto nelle condizioni di poter agevolmente conoscere le situazioni al loro manifestarsi e, ove lo desideri, di poter proporre il proprio contributo, certo dell’attenzione dell’Amministrazione”.
“Parole della Sindaca, espresse nel programma elettorale, ormai veramente poco credibili” dichiara Cristina Manes. “Dell’operazione in atto, anche i Consiglieri di maggioranza non ne sapevano nulla.” Rimarca la capogruppo del Movimento Cinque Stelle.

“La circostanza che all’asta per l’aggiudicazione dell’Area Macevi fossero presenti solo big della grande distribuzione, pone delle serie riflessioni su quelle che potranno essere le prossime scelte dell’Amministrazione sul futuro dell’area in pieno centro di Mogliano.” E incalza: “Eppure sempre il Sindaco, prima delle elezioni dichiarava la sua contrarietà sull’apertura di nuovi centri commerciali.

Ci auguriamo pertanto che la Sindaco mantenga la parola data anche attraverso molteplici dichiarazioni alla stampa prima delle elezioni, conclude la capogruppo del Movimento Cinque Stelle.
Altrimenti non sarà solo il M5S ad attenderla al varco.

Ricordiamo infatti queste sue dichiarazioni: “… il nuovo Pat consente una colata di cemento… Dentro al Pat si nasconde un’invasione di centri commerciali”. ” E’ in programma un vero e proprio assedio di strutture destinate alla grande distribuzione. Una si trova all’interno dell’area Spz, un’altra andrà ad unificare quanto previsto all’interno del vecchio P.I.R.U.E.A. dell’area ex Nigi. Strutture di medie dimensioni sono inoltre previste nell’area ex Sotreva, sempre sul Terraglio, nell’ex Apomt vicino alla stazione e nell’area ex Macevi. Sono attualmente allo studio della coalizione le contromisure. «Presenteremo diverse osservazioni”. (La Nuova Venezia 22/02/14)

E nel “L’Eco di Mogliano” del 4/06/2014, ricorda Cristina Manes, la Sindaca dichiarava “Anche a Mogliano c’è bisogno di mettersi in moto, di sostenere il nostro commercio dicendo chiaramente di “NO” ai due centri commerciali previsti dall’attuale piano urbanistico”;

Il Movimento Cinque Stelle vigilerà sul rispetto del mandato elettorale e le promesse della Sindaco ai suoi elettori, per tutelare tutti i cittadini da ennesime decisioni che prevedano consumo di suolo. In questo periodo più che mai, dove scontiamo con la nostra salute le scelte di governi ed amministratori senza scrupoli, dobbiamo mettere tutta l’attenzione necessaria prima di toccare di un solo centimetro il nostro territorio, opponendoci a questa crescita inutile e sconsiderata e ripensare al futuro delle nostre città in un’ottica “green”.